Che la -FORZA gentile- sia con noi!

#giornatadellagentilezza  & #worldkindnessday su TWITTTER sono trend topics.

kindness-1197351_1920

La GENTILEZZA. Così importante da volerla celebrare per 1 giorno.

1 giorno.

Meglio di niente, sicuramente. E’ un inizio.

Eppure spaventa l’essere consapevoli e purtroppo, testimoni, della grande assenza. PARLIAMO DI GENTILEZZA. E’ davvero così difficile rispondere a un saluto? E’ davvero molto frustrante cedere il passo ad una signora? E’ immensamente complicato sorridere?

Accantonando i momenti di stress o “sovrappensiero” che possono capitare a tutti, rimango sempre un po’ amareggiata quando mi imbatto in scene che non si possono definire maleducate, ma da egoisti seriali sì.me-2078027_1280.jpgLa gentilezza infatti intesa come cortesia, disponibilità, fair play, galanteria, è per qualcuno un modo di essere, ma per qualcun altro...

Così, anche quando si viaggia in aereo, ci si dimentica del vicino (o dei vicini) e ci si barrica dietro gli auricolari, sguardo fisso al computer o al finestrino, incuranti di aver piantato il ginocchio nella schiena del passeggero davanti o di aver messo in bella mostra il proprio piedone con calzettone sul bracciolo… Non si è più fichi ad essere arroganti. Generalmente dissimula un profonda insicurezza.

cappelliera e testa.gif

Capita di vedere spesso signore che vacillano nel tentativo di sistemare la propria borsa nella cappelliera nell’incuranza più totale, a meno che non siano bellocce dai 20 ai 35 anni, nel qual caso appare sempre un cavaliere, ndr 😉

E comunque, tempo fa, mi è capitato di avvicinarmi a una signora veramente anziana che stava aspettando di attraversare da un po’ e al mio invito ad attraversare insieme mi sono sentita rispondere: “Guardi che sono io che la faccio attraversare!  ” Va beh. NON E’ FACILE.

bimbo ponte.gif

Comunque mi riferivo a quei gesti gratuiti, fatti appunto per gentilezza. Quelle azioni che facciamo non per lavoro, non per consuetudine, ma per mero piacere. Come fermarsi ad aiutare uno restato in panne con la macchina o liberare la sedia dalla propria borsa per permettere a qualcuno di sedersi. A QUESTO PROPOSITO,  a volte sarebbe utile avere dei dispositivi tipo seggiolino eiettabile, per provvedere a liberare senza discussioni inutili, il posto da ingombri non autorizzati. (le borse ndr)

In attesa che la tecnologia ci venga in aiuto, confido molto nell’evoluzione della specie e nella capacità di dare il giusto peso agli eventi.

Vado…a presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...